CONSIGLI PER CHI ARRIVA IN VOLO A PAVULLO

AEROPORTO CIVILE STATALE “GIULIO PAOLUCCI”

in occasione del terzo Flight & Fun

 

Questa mini-guida non sostituisce le AIP né alcuna pubblicazione ufficiale.

Prima delle procedure, alcune FAQ:

 

  • COME POSSO EVITARE TRAFFICO INTENSO?
    Arrivate presto la mattina: Nei giorni sabato 15 e domenica 16 giugno l’effemeridi del mattino a Pavullo è prima delle sei e fino alle 8:30 – 9:00 il traffico sarà di modesta entità. Prendendo come esempio una tratta importante, con 02:45 di volo, a 100 km, è possibile partire da Bari o dalla Campania e atterrare nel silenzioso deserto delle 09:00.
  • PERMESSI:
    Per l’atterraggio, decollo e parcheggio NON è richiesta alcuna tassa, costo o balzello.
    Non ci sono preavvisi da dare (se non per la cena o per i seminari).
  • L’AEROPORTO

    L’aeroporto di Pavullo è aperto dall’alba al tramonto HJ-/+30

    L’altitudine della pista è: 2245 ft AMSL

    Le coordinate sono: 44° 19’ 20” Nord 10° 49’ 54” Est

    La frequenza radio in uso è: 124.980

    La chiamata radio è necessaria, le comunicazioni dovranno essere brevi ed essenziali.

    La pista è in leggera pendenza, ovvero in discesa verso N: La testata 02 è a 2255ft, la testata 20 è a 2223ft.

    Per i decolli, compatibilmente con le condizioni del vento, è di gran lunga preferibile la 02.

    L’atterraggio per la 02 prevede la base in una forcella, niente di particolarmente difficile, ma neanche da prendere sottogamba, la procedura è molto simile a quella di Marina di Campo per pista 16.

    L’atterraggio per la 20 è banale, e data la leggera salita è fattibile anche con leggero vento in coda.

  • RULLAGGIO
    Una volta atterrati tutti i mezzi sono pregati liberare la pista il più celermente possibile, saranno comunque presenti 2/3 marshall lungo la pista per assistenza.

    A Pavullo la pista è complanare alle contigue fasce di sicurezza in erba, non vi è gradino, ovvero è possibile liberare in qualsiasi punto della pista, siate svelti: avete sicuramente qualcuno dietro.

  • AVVICINAMENTO E CIRCUITO
    I punti di ingresso variano a seconda della pista in uso e quest’ultima verrà comunicata dalla biga di Pavullo.

    Ai punti di ingresso i piloti prestino la massima attenzione a eventuale altro traffico in arrivo.

  • VELOCITA’ DI AVVICINAMENTO

    I piloti di mezzi veloci sono pregati di rallentare e, se possibile, di mantenere una velocità NON superiore a 70kn (130 kmh), Al contrario i piloti di mezzi lenti sono pregati di spremere (con giudizio) il loro mezzo e, se possibile, avvicinarsi a detta velocità. Dopo i punti d’ingresso non sono ammessi i sorpassi.

  • INFO GENERALI

    I velivoli in avvicinamento dovranno mantenersi fuori dal CTR di Bologna o in contatto con esso, rispettando rigorosamente le rotte d’ingresso.
    Il circuito è standard, ovvero SINISTRO per entrambe le piste (02-20), nella maggioranza dei casi la pista in uso è la 02.
    Una volta entrati in un lungo sottovento, mantenete TASSATIVAMENTE una distanza di 800/1000 mt. tra voi e l’asse pista, ad una quota di circa 3600 ft sull’H che vi dovrebbe garantire la vista pista.
    Se nel sottovento vi doveste trovare in fila indiana per l’atterraggio, dovrete mantenete una distanza di almeno 500/600 metri da chi vi precede e, per quanto possibile, una velocità compatibile con eventuali velivoli lenti che vi precedono. Aspettatevi quindi di dover prolungare tale sottovento in caso di forte traffico fino al sottostante fiume.
    In caso di riattaccata, seguite il circuito sinistro

Procedura per PISTA 02 (atterraggio con prua Nord, il più probabile)

Avvicinamento e Circuito:

Il punto di ingresso è Il punto 1 subito a Sud del paese di Serramazzoni.

Coordinate sessagesimali 44° 25’ 30”N  10° 46′ 48”E

Coordinate a primi decimali 44° 25.5’N  10° 46.8’E

Quota di ingresso 3600ft sul QNH di zona

Il punto 2 (Ceramiche) sono alcuni capannoni molto visibili, mantenendoli sotto l’ala sinistra, fate prua 180 e dirigetevi sul crinale davanti a voi, che terrete anch’esso sotto l’ala sinistra. In questo modo potrete vedere la pista e avrete ampio spazio e quota alla vostra destra.

In zona 3 regolate la vostra discesa in relazione al terreno e al traffico, se non ritenete sufficiente la distanza da chi vi precede, allungate il sottovento come indicato al punto 4.

A discrezione virate a Sn per la base-finale inserendovi nella sella di Amola (la pista inizialmente è visibile solo in parte)

Decolli

Procedete lungo l’asse pista e sulla verticale di Pavullo procedete con prua Nord.

Per lasciare la zona non potete virare a sinistra prima di aver superato Serramazzoni che dovete lasciare alla vs sinistra.

Riattaccate, (punto 5)

Se avete dovuto riattaccare, procedete come per il decollo e prestate molta attenzione al traffico in entrata. Reinseritevi solo quando avrete spazio sufficiente, non tagliate la rotta a nessuno.

Se vi fosse intenso traffico accettate l’idea di arrivare anche sino a Serramazzoni

In avvicinamento a SERRAMAZZONI con prua SE

Ingresso in sottovento in 2 “CERAMICHE”

In sottovento tra 2 e 3

L’ingresso in base a MONTECUCCOLO

Procedura per PISTA 20 (atterraggio con prua a Sud)

Avvicinamento e Circuito:

Il punto 1 è sulla verticale del confluente del Panaro

Quota di ingresso 3600ft sul QNH di zona

Coordinate sessagesimali 44° 16’ 06”N  10° 52′ 42”E

Coordinate a primi decimali 44° 16.1’N  10° 52.7’E

Quota di ingresso 3600ft sul QNH di zona

Il punto 2 è il traverso della testata pista 02, da qui fate prua Nord  dirigendovi verso la parte orientale di Pavullo il cui centro terrete ben in vista a sinistra.

Al punto 3 regolate la vostra discesa in relazione al terreno e al traffico, se non ritenete sufficiente la distanza da chi vi precede, allungate il sottovento come indicato (vs.punto 4).

Virate in base a discrezione, ma sicuri che vi sia spazio sufficiente tra voi e chi vi precede.

Decollo

Appena staccato virate leggermente a destra e procedete con prua Sud ovest verso la sella di Amola.

Per lasciare la zona non potete virare a sinistra prima di aver superato il Confluente che dovete lasciare alla vs sinistra.

Riattaccata, (5)

Se avete dovuto riattaccare, procedete come per il decollo e prestate molta attenzione al traffico in entrata. Reinseritevi solo quando vi è spazio sufficiente, non tagliate la rotta a nessuno.

Se vi fosse intenso traffico accettate l’idea di arrivare anche sino al Confluente.

Ingresso al CONFLUENTE con prua NNE

TRA 1 E 2

In sottovento tra 2 e 3

In Base tra 3 e 4

Finale 20

COMUNICAZIONI RADIO E CIRCUITO

Frequenza radio in uso: 124.980

Durante il Meeting sarà disponibile anche una frequenza GROUND: 123.45

Pavullo non è sede di ente ATS e ancor meno di ente ATC. Le operazioni sono di esclusiva responsabilità dei piloti in comando.

Non fermarsi mai sulla pista e liberare il prima possibile.

AREE DI PARCHEGGIO